Il Borgo Medievale

Il Borgo

Offagna, incastonata tra il verde delle colline marchigiane e il blu del Mare Adriatico, è stata definita uno dei “Borghi più belli d’Italia” ed inserita tra le Bandiere Arancioni del Touring Club Italiano.

Il toponimo Offagna, di origine incerta, vede tra le ipotesi più accreditate il nome di Afranio, un generale romano che ottenne, per la buona riuscita di una missione, il territorio su cui oggi sorge il Borgo, denominandolo Massa Afrania. Nel corso dei secoli il territorio passò nelle mani dello Stato Pontificio e successivamente in quelle della città di Ancona. Quest’ultima nel 1454, alla fine del Medievo, costruì una fortificazione, la Rocca, per difendersi dalla nemica Osimo. Oggi la Rocca, conservatasi perfettamente nel tempo, ospita il Museo di Armi Antiche e conserva reperti che vanno dall’Età della Pietra fino all’epoca Napoleonica. Accoglie turisti da ogni parte del mondo e offre visite guidate in costume e laboratori didattici.

Il Borgo ospita, inoltre, il Museo della Liberazione, creato in occasione del 60° Anniversario della Liberazione d’Italia, custodisce una vasta collezione fotografica del periodo della Seconda Guerra Mondiale, insieme alle armi più famose utilizzate nel conflitto e valorizza uno dei periodi più difficili della nostra storia nazionale. Infine, il Museo di Scienze Naturali Luigi Paolucci, inaugurato nel 1996, conserva una delle più grandi raccolte di flora e fauna d’Italia, fin dall’Ottocento aveva fini didattici che mantiene tutt’ora e permette una visione a tutto tondo di come si è trasformato il territorio.

Un Borgo immerso nella storia e nelle tradizioni, immancabile all’interno dell’itinerario di chi vuole scoprire gli angoli più segreti e caratteristici della Riviera del Conero.

borgo_img

La Rocca di Offagna è stata designata vincitrice del Certificato di Eccellenza ‪#‎Tripadvisor‬ 2015, simbolo dell’eccellenza nel settore ricettivo.

Per maggiori informazioni sul Paese di Offagna, visitate il sito ufficiale all’indirizzo:
www.offagna.org